Tor des Geants®

Endurance Trail 330 km - 24000m D+10-17 Settembre 2017

#Day5: Tor e Tor Dret 2017, da domani arriva il cuore della corsa

Gio, 14/09/2017 - 22:14 -- Chiara Jaccod

Ingegnere, vigile del fuoco, giardiniere e apicultore. Sono le tre professioni alle quali i primi tre classificati del Tor des Géants® 2017 si dedicano con passione e capacità. Stesse doti che mettono in campo negli allenamenti quotidiani necessari per poter gareggiare ad alto livello nell’Endurance Trail. Sport di grande fatica nel quale, oltretutto, non si vince niente se non una coppa, applausi e affetto. Ma le passioni non si pesano con il bilancino; si alimentano con i sogni e con i sacrifici e si vivono fino in fondo. Così stanno facendo anche gli altri 564 concorrenti ancora in gara nell’Endurance Trail internazionale che coinvolge tutta la Valle d’Aosta e la rappresenta presso i 66 Paesi da cui provengono gli atleti. Il Tor des Géants®, archiviate le prime posizioni (alle ore 20 di giovedì avevano tagliato il traguardo 50 trailers) nei prossimi due giorni vedrà arrivare i suoi più genuini protagonisti (ancora 500 quelli on the road), coloro che vivono le emozioni più profonde, si impegnano maggiormente e ambiscono solo al prestigioso premio: una semplice maglia da finisher da indossare e conservare con orgoglio.

Stessa aspirazione per chi è in gara nel Tot Dret, una versione ridotta del Tor (130 km ma medesimi sentieri finali) che costituisce naturalmente una gara a sé, più agonistica, più da correre, riservata ad atleti con un maggiore spirito agonistico. A qualcuno le 38 ore a disposizione per percorrere l’intero percorso sono sembrate risicate ma le tempistiche, fissate dopo test sul campo, sono ben allineate con altre gare analoghe. Il Tot Dret è gara di corsa in montagna per tutti; il Tor, per molti, è soprattutto una grande avventura da vivere. A stabilire variazioni di programma - cosa che è successa oggi pomeriggio, con l’allargamento dei cancelli orari di un’ora e mezza, opzione naturalmente prevista dal regolamento – è solo il meteo, che oggi è stato decisamente bizzarro, con nevicate in quota e vento forte che hanno rallentato il ritmo di tutti gli altri per poi alternarsi a improvvisi squarci di sole ma anche a sferzate di gelo. I primi del Tot Dret dovrebbero oltrepassare il traguardo di Courmayeur dopo alle 21 di questa sera.