Tor des Geants®

Endurance Trail 330 km - 24000m D+10-17 Settembre 2017

#Day7: Tor des Géants®, 2017 chiusura in un clima di festa grande

Sab, 16/09/2017 - 20:09 -- Chiara Jaccod

Che cosa uniscono il basco Javi Dominguez e il malese Seow Kong NG? I 330 chilometri che entrambi hanno percorso, da Courmayeur a Courmayeur (ma facendo il periplo dell’intera Valle d’Aosta). Poco importa che il primo abbia impiegato 67 ore e 30 minuti e il secondo ben più del doppio. Ma soprattutto hanno entrambi condiviso la fatica, le emozioni, i paesaggi della valle d’Aosta e il calore dei suoi abitanti. Giganti entrambi, come tutti i 459 classificati in mezzo a loro.

Oggi si è conclusa così l’ottava edizione del Tor des Géants®, con la solita gran festa di piazza: bandiere, ovazioni (i più applauditi Piero e Sergio Remondaz, padre e figlio, finisher del Tor e del Tod Dret), musica, balli, filmati, fotografie (il più ripreso Makoto Yashimoto, l’atleta giapponese che per tutti i 330 km del percorso si porta dietro il bagaglio di una settimana, ombrello compreso, in uno zaino enorme e pesantissimo).

Gran parte delle immagini sono finite sui social e dopo pochi minuti erano in giro per il mondo. Da un primo esame dei dati, è raddoppiato, rispetto allo scorso anno, il numero di coloro che hanno seguito la gara attraverso le pagine del cronometraggio, ed è aumentato dell’11 per cento il numero dei visitatori sul sito in generale. La mappa delle visualizzazioni ha dimostrato che il Tor è stato visto in tutto il mondo, tranne che in Nuova Guinea, in zone artiche e in Corea del Nord, dove hanno ben altro a cui pensare.

Chiusa la competizione, domani si archivia la manifestazione, dopo aver premiato i primi classificati – uomini e donne – del Tot Dret e tutti i finisher del Tor des Géants®.

Poi tutti a casa, magari a riposare un po’. Tranne i responsabili di VDA Trailers: l’Arrancabirra, l’ultima delle sue sei gare dell’anno in calendario, si disputa già fra tre settimane.