Tor des Geants® - Tor des Glaciers - TOR130 - TOR30

Endurance Trail 450, 330, 130 e 30km 11-20 Settembre 2020

eXtraordinary

eXtreme

eXperience

Il secondo posto di Stephanie Case

Gio, 15/09/2016 - 13:49 -- Chiara Jaccod

Persone normali che fanno cose eccezionali. Della categoria fa parte senza dubbio la trentaquattrenne Stephanie Case, canadese, scrittrice, avvocato e ultrarunner capace di conquistare il secondo posto nella categoria femminile (e la quattordicesima posizione assoluta) al Tor des Géants® 2016.

Stephanie, arrivata al traguardo intorno alle ore 12 tra la festa generale, l’accoglienza del vincitore Oliviero Bosatelli e persino il coro della Savoia “La route de tommes”, ha firmato il tabellone dei finisher lasciandoci sopra anche qualche lacrima di vera commozione.

La super runner canadese migliora di molto la sua già lodevole sesta posizione dell’anno scorso e soprattutto raccoglie l’affetto di tutto il pubblico presente. Anche per il suo carattere allegro, solare e generoso. Un episodio curioso del Tor: al rifugio Grand Tournalin alle 20,30 di mercoledì ha tirato fuori dallo zaino che è obbligatorio portarsi sempre dietro, una bomboletta di panna spray, per arricchire la macedonia che il runner toscano Christian Caselli, poi arrivato decimo, stava per iniziare a mangiare. Anche quest’anno Stephanie ha fatto sventolare in alto i colori della Palestina. Ha vissuto infatti nei territori palestinesi per due anni e da soli due mesi si è traferita a Ginevra, dove lavora per l’Onu continuando ad occuparsi di diritti umani. Anche a Stephanie, dunque, un posto d’onore tra i Giganti del Tor.