Tor des Geants®

Endurance Trail 330 km - 24000m D+ 8-15 Settembre 2019

Tor des Geants

10th Anniversary edition

330 km - 24000m D+

6-15 Settembre 2019

Webcam Courmayeur
Webcam Rifugio Bertone
Webcam Saint-Rhémy-en-Bosses
Webcam rifugio Coda

Il Tor des Géants® raccontato dallo scrittore Simone Sarasso | DAY 0

Dom, 09/09/2018 - 10:39 -- motta.erica
Le emozioni non sono mai le stesse

Un saggio m'ha detto che tutti gli anni ricomincia allo stesso modo.
Ma non è mai uguale...
Mi sa che quel saggio aveva ragione, perché quello che provo stasera, non lo provavo mica un anno fa.
E mi sa che non lo proverò l'anno venturo.
Si può avere nostalgia di qualcosa che non è ancora accaduto?
Perché è proprio quello che ho qui, nel cuore, adesso. Un pugno di ore alla partenza. Silenzio e buio e stelle là fuori dalla finestra: languore, nostalgia, miele nelle vene per ciò che sta per accadere.
Tornare a Courmayeur è come collezionare deja vu: cammino per le strade e rivedo i luoghi che mi hanno fatto emozionare. La presentazione dei top runner, la musica che ti sbrana l'anima e gli sguardi carichi di attesa, di sorrisi e di tensione.
Qui è dove inizia, prima ancora di cominciare. Qui è dove finirà, tra sette giorni. E tra sette giorni, ancora una volta, niente sarà più lo stesso...
Un anno fa sono partito per un viaggio di cui non sapevo nulla. Ho accettato di farmi condurre per mano lungo le alte vie, di passeggiare con gli eroi che sfidano i giganti.
Un anno fa mi sono innamorato.
Della Valle, di questa sfida magnifica, degi eroi in bastoncini, scarpe da trail e frontale, della gente meravigliosa che è l'anima del TOR.
Ho sorriso, sudato, tremato e sognato macinando chilometri.
Un anno fa mi sono innamorato, e quell'amore ha messo radici: ho corso, e camminato un montagna con splendidi amici conosciuti sui sentieri.
Per dodici mesi ho scritto, immaginato, pensato e fantasticato.
Il TOR...
Dio, che viaggio: questa magica follia che mobilita migliaia di volontari, atleti, famiglie, tifosi, sognatori.
Io, scribacchino di città, per il TOR ho preso una sbandata. Ma secca, eh.
L'innamoramento si è mutato in amore con la a maiuscola.
E mi ha portato in cerca di dislivello.
Estate e inverno.
Dodici mesi son passati. E il fuoco di quella passione non s'è spento.
Anzi.
L'incendio è divampato.
E ora sono pronto a ripartire.
Sulle tracce di chi osa immaginare l'impossibile. Perché niente è davvero impossibile, dopotutto.
Grazie, TOR DES GÉANTS®.
Grazie ad Alessandra, Franco, Ettore, Lisa, Paolo, Benny e a tutti coloro che, più o meno consapevolmente, hanno alimentato il sogno.
Da domani sarò in giro.
Sui sentieri del TOR, giorno e notte.
Non con un pettorale addosso, ma con carta, penna e occhi spalancati.
Camminerò, taccuino alla mano, e appunterò idee, emozioni, ricordi e immagini di questo viaggio unico.
Racconterò la storia di chi sa che i sogni
sono il carburante migliore per scalare le montagne.
Ogni giorno, dopo aver affrontato sassi, polvere e dislivello, fisserò le mie impressioni riga dopo riga.
Cercando di restituire, probabilmente senza riuscirci, quello che il TOR mi saprà regalare giorno dopo giorno.
Da oggi si parte: lasciate che vi racconti l'amore che provo per la gara più bella del mondo.
Ci vediamo sulle alte vie.
Buon TOR a tutti.